Frutterò

L’idea di salvare i frutti, come recita il motto dell’azienda, “Save the Fruits”, nasce nella primavera del 2018 da uno spunto lanciato da un ragazzo presente in una struttura di prima accoglienza dove Alfredo collaborava: durante una breve escursione il giovane si meravigliava di quanta frutta restasse abbandonata nelle campagne salentine. Questa sua riflessione ha fatto partire la macchina di Frutterò, che nel Febbraio del 2020 ha avviato i primi lavori effettuando delle potature su due alberi di fico abbandonati e ricavandone nella stessa estate oltre cento chili di fichi.

Frutterò ha due scopi fondamentali: il primo è quello di riuscire a recuperare tramite semplici manovre di potatura alberi da frutto abbandonati presenti nel territorio salentino, realizzando dai frutti raccolti confetture, frutta secca e prodotti per la vendita diretta. L’altro, più pretenzioso, è quello di riuscire a conciliare la cura della terra con quella delle persone tramite un percorso di “rivincita” che dall’uomo passa alla pianta e viceversa. 

Il prodotto di punta per eccellenza di Frutterò è il fico. Dallo stesso vengono ricavate confetture e fichi secchi con mandorla. A questi si aggiungono confetture di frutti vari, frutta fresca bio di stagione, noci Pecan, legumi secchi e tanti altri prodotti.